Cesare Barbieri

Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Padova.

 

Cesare BarbieriLaurea in Fisica presso l’Università di Bologna, è docente emerito del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Padova, membro della Società Astronomica Italiana e co-fondatore della Società Astronomica Europea. Ha svolto attività di ricerca con varie istituzioni italiane e straniere e numerose attività di divulgazione scientifica. Sua la progettazione delle fotocamere ospitate dalla sonda Rosetta, che ha effettuato negli scorsi mesi lo storico rendez-vous con la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, e viaggia ora assieme alla cometa in avvicinamento alla terra.


Le ricerche che, soprattutto nell’ultimo secolo, ci hanno portato a superare i confini del Sistema Solare, per farci conoscere in modo sempre più approfondito prima la nostra Galassia (la Via lattea) per poi spingerci verso i limiti più lontani, fino a giungere in prossimità della singolarità del Big Bang, ci possono fare talvolta dimenticare quanto ancora resti da esplorare del nostro “giardino di casa”: quell’insieme di pianeti, satelliti, comete e altri materiali che costellano il nostro Sistema. Ma gli studi e le ricerche non cessano di aggiungere nuove conoscenze su quest’ambito che, sa pur meno “esotico” di oggetti quali Buchi neri, Quasar, Materia ed Energia oscure, sono però alla base della conoscenza di come attorno alla nostra stella Sole si sia formato, oltre 4 miliardi di anni fa, quell’agglomerato di materia dalla quale noi stessi saremmo poi derivati. Un viaggio dunque più che mai alla ricerca delle nostre più primordiali origini.

A renderci consapevoli dello stato dell’arte delle nostre conoscenze sull’argomento sarà uno dei protagonisti a livello internazionale di queste ricerche.

Alcune immagini della serata

Come sempre, riportiamo alcune delle foto, a ricordo di una serata estremamente interessante e ricca di emozioni, trasportati nel vuoto dello spazio attorno alla comenta 67P.

Letture per approfondire…

Lezioni di astronomia

di Cesare Barbieri Zanichelli, Bologna 1999

Astronomia perché?

di Cesare Barbieri Editrice Compositori, Bologna 2009

Nani del sistema solare. Tra pianetini e comete

di Di Martino Mario Gruppo B, Milano 2009 Negli ultimi due decenni, gli studi teorici, le osservazioni da terra e i dati raccolti dalle sonde spaziali hanno permesso di ridisegnare radicalmente il quadro generale del Sistema Solare. Mentre sino a poco tempo fa si credeva che Plutone fosse l’ultimo pianeta, si è invece scoperto che è solo uno dei componenti di una moltitudine di oggetti che orbitano attorno al Sole al di là di Nettuno. Una vasta popolazione di corpi ghiacciati da cui proviene la maggior parte delle comete, delle quali ormai conosciamo la struttura, la composizione e il loro ciclo evolutivo. E poi gli asteroidi, minuscoli pianeti che affollano lo spazio interplanetario, di cui si è compresa l’origine e l’evoluzione, in molti casi violenta, che fa sì che alcuni di essi possano entrare in rotta di collisione con la Terra, rappresentando un rischio non trascurabile per il nostro pianeta. Ma anche in questo caso, conoscendo il “nemico”, è possibile prendere delle contromisure efficaci. Sono questi gli argomenti principali contenuti in questo volume, in cui sono delineate le più recenti scoperte che ci permettono di guardare al nostro sistema planetario con occhi completamente diversi rispetto alla fine dello scorso secolo.

Materiale online (in inglese)