Giulio Peruzzi

Università di Padova

 

Giulio Peruzzi, laurea e dottorato di ricerca in Fisica, è professore associato di Storia della Fisica e Storia della Scienza e della Tecnica al Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Padova. Le sue ricerche hanno come argomenti principali la Storia della Fisica tra XVII e XX secolo, i Fondamenti della meccanica quantistica e la Filosofia della fisica. Già Direttore del Centro Musei dell’Ateneo patavino, ha svolto e svolge un’intensa attività di divulgazione scientifica. È oggi Delegato del Rettore alla comunicazione di cultura scientifica e al sistema museale. Tra le sue pubblicazioni si segnalano le due biografie scientifiche, una su James Clerk Maxwell (1998) e una su Niels Bohr (2001), pubblicate nella collana de “I grandi della scienza” della rivista Le Scienze, il libro scritto con Tullio Regge, “Spazio, Tempo e Universo”, UTET, Torino 2003 e 2005 e il libro “Vortici e colori. All’origine dell’opera di James Clerk Maxwell”, Edizioni Dedalo, Bari 2010.


Ripercorreremo i momenti salienti della storia di due filoni di ricerca, che per lungo tempo hanno proceduto in parallelo per poi incontrarsi nella seconda metà del XX secolo. Il primo riguarda la storia della gravitazione, dalla teoria della gravitazione universale di Newton alla relatività generale di Einstein. Il secondo filone riguarda le ricerche sulla costituzione ultima della materia, scandite dalle successive scoperte delle interazioni elettromagnetiche, delle interazioni deboli (quelle responsabili dei processi radioattivi) e delle interazioni forti (quelle che tengono uniti nel nucleo atomico protoni e neutroni). Dal primo filone deriva l’attuale modello standard dell’Universo, quello detto del Big Bang, mentre dal secondo deriva l’attuale modello standard delle particelle. Raccontato con parole semplici, l’affresco che tratteggeremo si concluderà con alcune riflessioni generali sul metodo e i connotati della ricerca scientifica.

 

Alcune immagini della serata

Ecco alcune delle foto, riprese durante la serata, che ha affascinato il pubblico per l’immagine degli sviluppi della Fisica, a partire da Galileo fino ai giorni nostri.

Le slides della conferenza

Potete scaricare una versione pdf delle immagini e dei testi che sono stati proiettati durante l’incontro.

scarica

Letture per approfondire…

Osservare l'universo

di Paolo de Bernardis

il Mulino, Bologna 2010

Quanto è grande l’universo? C’è stato un inizio e ci sarà una fine? Come si è fatta strada l’ipotesi del Big Bang? Come si fa a scoprire il passato dell’universo e a prevederne l’evoluzione futura? Domande antiche e in parte ancora irrisolte. Nel volume i passi più importanti del lungo cammino scientifico dall’età moderna fino alle scoperte più recenti, riguardanti la gerarchia di strutture cosmiche, l’espansione dell’universo, lo stato iniziale ultracaldo e ultradenso, che oggi i cosmologi possono osservare direttamente grazie a sofisticati telescopi e strumenti spaziali.

Odissea nello zeptospazio. Un viaggio nella fisica dell’LHC

di Gian Francesco Giudice

Springer-Verlag, Milano 2010

Il più complesso e ambizioso esperimento scientifico di tutti i tempi è ormai entrato nel vivo, eppure i suoi scopi precisi sono in gran parte sconosciuti al pubblico. Questo libro è una guida chiara e comprensibile per apprezzare le scoperte che avranno luogo al Large Hardon Collider (LHC) del CERN, per conoscere le stupefacenti innovazioni tecnologiche che sono state necessarie per la sua costruzione e per capire le motivazioni scientifiche dell’esperimento. Ma è soprattutto uno straordinario viaggio all’interno del mondo della fisica delle particelle, un’avventura coinvolgente in uno spazio insolito ed enigmatico, un percorso durante il quale il lettore acquisterà gli strumenti per comprendere la portata della rivoluzione intellettuale che sta avvenendo. Esiste il misterioso bosone di Higgs? Lo spazio nasconde una supersimmetria o si estende in nuove dimensioni? Come possono le collisioni tra protoni che avvengono nell’LHC svelare i segreti dell’origine del nostro universo? Queste domande sono affrontate da un esperto del campo che, senza rinunciare al rigore scientifico, presenta una materia altamente complessa, ma affascinante, in termini semplici e con uno stile gradevole e accessibile. L’autore non si limita a informare, ma riesce a trasmettere al lettore le emozioni di un fisico alle soglie di una nuova era nella comprensione del mondo in cui viviamo.

Spazio, Tempo e Universo

di Giulio Peruzzi, Tullio Regge

UTET, Torino 2003 e 2005

Questo libro di Tullio Regge e Giulio Peruzzi, impegnati sul fronte tanto dello studio e della ricerca quanto della divulgazione, vuole essere un’introduzione alla teoria della relatività generale non solo per addetti ai lavori: il suo obiettivo è quello di spiegare al più ampio pubblico di lettori la più profonda teoria della gravitazione dopo quella elaborata da Isaac Newton sul finire del Seicento. E la stessa forma espositiva adottata si basa sul presupposto che un certo numero di concetti “tecnici” possa essere meglio compreso facendo riferimento sia ad argomentazioni intuitive, sia alla ricostruzione storica dei momenti salienti dello sviluppo delle nozioni di spazio, di tempo e di universo.