Venerdì 8 aprile 2016

Claudio Bartocci

Dipartimento di Fisica, Università di Genova

 


Claudio Bartocci (Dottorato in Matematica, Università di Milano, 1990 e Ph.D. in Mathematics, University of Warwick, UK, 1993) è professore associato di Fisica matematica presso l’Università di Genova dal 1999. Ha ricoperto diverse visiting positions presso la State University of New York at Stony Brook (1994), l’Université de Paris VII (1996), la University of Philadelphia (2001), l’École de Hautes Études en Sciences Sociales, Paris (2006 e 2011), la Sissa, Trieste (2007); nel 2011 (spring semester) ha ottenuto una fellowship dalla Italian Academy, Columbia University, New York.

I suoi principali interessi di ricerca (recenti) si concentrano sui seguenti argomenti:

• Geometria e fisica matematica;
• Geometria dei sistemi integrabili; strutture bi-hamiltoniane; geometrie di tipo special-Kähler;
• Trasformate di Fourier-Mukai e di Nahm; spazi dei moduli di fasci su superfici complesse;
• Applicazioni alla teoria di gauge e alle teorie di stringa;
• Storia della matematica nei secoli XIX e XX; aspetti filosofici della relazione tra geometria e fisica;
• Connessioni tra matematica e letteratura nel secolo XX.

È autore di oltre 40 articoli su riviste refereed (soprattutto nei settori della fisica matematica e della geometria algebrica e differenziale), di 2 monografie di ricerca, nonché di numerosi saggi sulla storia del pensiero matematico, sui rapporti tra letteratura e matematica e su varie questioni di filosofia della scienza. Tra le sue pubblicazioni più recenti: “Una piramide di problemi. Storie di geometria da Gauss a Hilbert”, Raffaello Cortina, Milano 2012; “New Trends in Geometry: Their Role in the Natural and Life Sciences” (co-editor con L. Boi e C. Sinigaglia), Imperial College Press, London 2011; “Fourier-Mukai and Nahm transforms in geometry and mathematical physics” (con U. Bruzzo e D. Hernåndez Ruipérez), Birkhäuser, Boston 2009; “Vite matematiche” (co-editor con R. Betti, A. Guerraggio, R. Lucchetti), Springer, Milano 2007 (trad. inglese Mathematical Lifes, Springer, Berlin-Heidelberg 2010); “Racconti matematici”, Einaudi, Torino 2006; ha diretto con P. Odifreddi “La matematica” Einaudi (4 volumi, 2007-2011). Collabora al supplemento culturale del quotidiano «Il Sole 24 Ore».


La scienza – e più particolare la matematica – si può permettere il lusso di «inventare il mondo» e si rivela in grado di costruire il nuovo perché sa distruggere i vecchi pregiudizi. E quando un problema sfida il senso comune, l’intuizione creativa rovescia il motto di Sherlock Holmes: non bisogna abbandonare l’impossibile per l’improbabile, ma dimostrare proprio quello che non pare possibile a coloro che si sentono «padroni del pensiero».

Con questo libro, il Prof. Bartocci è giunto finalista del premio letterario “Galileo 2015”

Letture per approfondire…

Dimostrare l'impossibile

di Claudio Bartocci, Rafaello Cortina, Milano 2014

La presentazione del libro “Dimostrare l’impossibile” del prof. Bartocci ha visto la presenza di un pubblico interessato quanto numeroso; ecco alcune foto della serata.