Martedì 10 maggio 2022

Giuseppe Fusco

(Università di Padova)

È professore associato di Zoologia presso il Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Padova, dove insegna Teoria dell’evoluzione. Le sue ricerche si collocano nel campo della biologia evoluzionistica, con un focus sulla variazione che viene prodotta ad ogni generazione attraverso la riproduzione e lo sviluppo, la ‘materia prima’ su cui operano la selezione naturale e altri meccanismi di cambiamento evolutivo. I risultati delle sue ricerche sono pubblicati in riviste scientifiche a diffusione internazionale, ma ha anche contribuito a opere di divulgazione scientifica e testi universitari. Tiene abitualmente conferenze sui temi dell’evoluzione rivolti a un pubblico di non specialisti.

 

Abstract


L’idea dell’evoluzione biologica è stata spesso associata a quella di progresso, incluso il cammino che porta dal semplice al complesso. Ma è proprio così?

Gli esseri viventi di oggi sono più complessi di quelli del passato? I meccanismi del cambiamento evolutivo conducono inevitabilmente a un incremento della complessità? D’altro canto, detrattori della teoria dell’evoluzione sostengono che i viventi sono troppo complessi per essere il prodotto di un processo naturale di mutamento attraverso le generazioni. Davvero la selezione naturale può dare forma alle complicate strutture corporee e ai sofisticati comportamenti che assicurano ai viventi la capacità di sopravvivere e riprodursi nel loro ambiente? Cercheremo di rispondere a queste domande, partendo dai fondamenti della teoria, per arrivare alle più recenti discussioni sull’evoluzione della complessità.

 

Anbcora una volta, autore delle belle foto della serata è Loris Lorenzini:

Ed ecco il video della serata, incentrata sulla Teoria dell’evoluzione, e su come siamo soliti fraintenderla: